Come conservare il pane sottovuoto: consigli e dritte

Il pane è uno degli alimenti maggiormente consumati sulle tavole degli italiani; questo cibo squisito ed estremamente versatile è tuttavia soggetto a deteriorarsi e rovinarsi in breve tempo ma, grazie alla tecnica del sottovuoto, è ad oggi fortunatamente possibile conservare il pane a lungo mantenendone invariate le proprietà. Scopriamo insieme alcune dritte sul come conservare il pane sottovuoto nel modo migliore e più salutare servendosi delle macchine sottovuoto rivendute presso http://macchinapersottovuoto.it.

Non aspirare mai completamente l’aria

È risaputo che il pane è uno degli alimenti che si presta maggiormente alla tecnica della conservazione sottovuoto. Ciò che molti ignorano però, è che questo tipo di cibo nello specifico va conservato in modo leggermente diverso rispetto agli altri. Una delle dritte migliori è infatti quella di lasciare sempre un po’ di aria senza mai toglierla del tutto: in questo modo eviterete che il pani si appiattisca e potrete godere della sua piena forma e fragranza durante la successiva fase di cottura. Il pane è uno dei pochissimi alimenti che, una volta conservato sottovuoto, riesce a mantenere invariate le proprie proprietà quali fragranza, freschezza e sapore se effettuato in maniera corretta.

Utilizzare un sacchetto specifico per il tipo di macchina

Esistono svariate tipologie di macchinette per la conservazione del sottovuoto rivolte a più genere di alimenti; il pane, come tutti i cibi panificati è facilmente conservabile tramite questa tecnica. Tuttavia è necessario considerare che, a seconda del dispositivo utilizzato, è indispensabile procurarsi anche i sacchetti adeguati allo scopo. Scegliendo accuratamente il sacchetto infatti potrete evitare che il pane si deteriori e preservane la freschezza sino ad 8 giorni circa dalla sua preparazione.

Evitare sbalzi di temperatura troppo frequenti

Come tutti saprete il pane va conservato a temperatura ambiente affinché non perda le sue proprietà. La tecnica del sottovuoto permette di fare questo ma, onde evitare che ammuffisca o che si perda totalmente la sua consistenza, è bene non esporre il pane conservato a continui e repentini sbalzi di temperatura. In questo modo il lavoro del sottovuoto verrà vanificato e la conservazione non potrà avvenire nel modo corretto. Per evitare ciò, una volta conservato è consigliabile congelarlo nell’immediato e non estrarlo se non al momento della messa in forno.