Elettrostimolazione: le differenze tra EMS e TENS.

L’elettrostimolazione è formata da una serie di terapie che possono essere utilizzate e sfruttate per diversi obiettivi e in diversi campi. Sappiamo che inizialmente l’elettrostimolazione veniva utilizzata principalmente in campo sportivo, infatti queste terapie, o almeno alcune di esse, sono nate per aiutare atleti e sportivi nelle loro attività legate allo sport e alla competizione. Inizialmente quindi questo tipo di terapie veniva utilizzata principalmente per andare a migliorare e a incrementare i risultati raggiunti da atleti di vario tipo. Quello che però negli anni ha reso le terapie di elettrostimolazione davvero valide e adattabili a diverse esigenze, è il fatto che si è iniziato a utilizzarle per ovviare anche ad altri problemi e bisogni. Infatti al giorno d’oggi le terapie di elettrostimolazione vengono utilizzate anche in campo medico, riabilitativo e addirittura estetico. In effetti ormai queste terapie sono diventate davvero versatili e comode per ovviare a diverse problemi e anche per affrontare diverse situazioni. C’è però una differenza sostanziale da fare tra le varie terapie di elettrostimolazione, e questa riguarda principale il tipo di correnti e di tecnologie sfruttate da queste terapie. Prima di passare a prendere in esame quelle che sono le differenze tra questi diversi tipi di terapie, vorrei invitarvi a visitare questo sito Scelta Elettrostimolatore dove troverete proprio una serie di articoli dedicati all’elettrostimolazione e ai suoi benefici. 

Possiamo suddividere le terapie di elettrostimolazione in due gruppi principali: quelli che sfruttano le correnti EMS, e quelle che sfruttano le correnti TENS; andiamo a vedere quali sono le principali differenze tra le due.

Le correnti EMS sono quelle terapie che vanno ad agire direttamente sui muscoli e sui nervi motori, invece le terapie che sfruttano le correnti TENS agiscono principalmente a livello cutaneo e sui nervi sensori. Quindi le destinazioni di utilizzo di queste due terapie, che in base a quello che abbiamo analizzato sfruttano due tipi di correnti trasmesse a diverse intensità, sono molto diverse. Le TENS sono più adatte in fisioterapia per il trattamento del dolore, invece le correnti EMS sono maggiormente utilizzate in ambito sportivo e riabilitativo, proprio perché in grado di riprodurre un certo tipo di stimolo sul muscolo.